Buono Mobilità, tutto quello che devi sapere

Ieri 19 Maggio 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Rilancio che prevede tra i vari articoli un Buono Mobilità di 500 € destinato ad incentivare l’acquisto di mezzi “Green”.
In Particolare l’articolo che si occupa del sopracitato Bonus è il numero 229 intitolato “Misure per incentivare la mobilita’ sostenibile”. L’obbiettivo ultimo è quello di rendere le nostre città meno inquinate visto che dati alla mano questa pandemia ha palesato quanto l’aria inquinata delle nostre metropoli possa incidere sulla nostra vita e sulla diffusione di virus di questo tipo.
Continua a leggere l’articolo per sapere quali sono i mezzi che danno diritto al bonus e chi può richiederlo.



Quali Mezzi danno diritto al Buono di 500 € ?

L’art.229 del Decreto Rilancio indica l’acquisto di quali mezzi da diritto al buono mobilità. Ecco l’elenco:

Non solo l’acquisto ma anche l’abbonamento a servizi di sharing di questa tipologia di mezzi da diritto al bonus.

Chi Può Richiedere il Buono Mobilità?

Il Buono Mobilità è destinato a tutti i cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi regionali, Città metropolitane, capoluoghi di provincia o paesi con popolazione superiore a 50000 abitanti.
Questo esclude molti pendolari che lavorano o studiano in città ma risiedono in paesi limitrofi….un vero peccato. Comprendo che il senso dell’incentivo è quello di salvaguardare l’aria delle città perché sono loro le più inquinate ma questa distinzione aumenta anche le differenze tra cittadini che dovrebbero invece avere pari diritti ed opportunità.
Il tema dell’ecologia sta a cuore a tutti e non solo ai cittadini metropolitani…
Gli acquisti che danno diritto al bonus devono essere effettuati dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020.
Da non dimenticare che il Buono può essere richiesto una sola volta.

Bonus-bici-2020

Come si richiede il Bonus Mobilità?

Dopo vari fraintendimenti sembra essere ormai chiara anche la modalità di richiesta del bonus.
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha infatti spiegato che per usufruire del bonus sarà necessaria la Fattura d’acquisto e non il semplice scontrino.
Se quindi in possesso della fattura bisognerà accedere tramite credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sull’applicazione web che è in via di predisposizione da parte del Ministero dell’ambiente.
Il Ministero specifica inoltre che una volta che la sopracitata applicazione sarà operativa(entro il 19 agosto 2020 max) il buono mobilità potrà essere generato dal richiedente stesso collegandosi all’app ed indicando il mezzo che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono mobilità da consegnare ai rivenditori autorizzati.

A quanto ammonta il Buono Mobilità?

Il Bonus Mobilità dà diritto al rimborso del 60% del costo del mezzo scelto (bici, bici elettrica, monopattino ecc..) fino ad un massimo di 500 €. Quindi la cifra di acquisto del mezzo che permette il massimo del rimborso è di 833€. Siete naturalmente liberi di scegliere il mezzo più consono alle vostre esigenze ed alle vostre tasche.

Attenzione compra una Bicicletta Elettrica Omologata ed a Norma!

Ho voluto dedicare questo paragrafo ad un argomento spesso sottovalutato, il rispetto della normativa sulle Bici Elettriche o a pedalata assistita.
Per essere equiparata ad una bici, con tutti i vantaggi interconnessi, una bici elettrica deve rispettare determinati requisiti:

  • Il motore non deve superare i 250 W di potenza
  • L’ausilio del motore deve essere attivato esclusivamente dalla pedalata
  • Il motore elettrico può assistere la pedalata fino alla velocità massima di 25 KM/H

    Su internet è facile trovare bici elettrica con potenze mirabolanti di 400-500 o addirittura 1000 W ma fate attenzione , codeste bici non sono a norma e per poter circolare su strade pubbliche dovrete assicurarle, registrarle alla motorizzazione e targarle in quanto sono considerate dei ciclomotori e non delle bici. Altrimenti ?? Multe salatissime o, nel malaugurato caso di incidenti, rimpiangerete di non aver preso una bici che rispetta le normative.

    Scegliere la bici giusta è quindi un pò complicato ed è per questo che abbiamo deciso di aiutarti nella scelta, leggi questo articolo sulla migliore bici elettrica a meno di 1000€ euro

    Ecco quindi un riassunto di quanto scritto in questo articolo:
Buono MOBILITA


A seguire un estratto con le parti salienti che riguardano quanto spiegato fino adesso.
Quanto sotto è parte dell’articolo 229 del Decreto Rilancio:

“Le disponibilità di bilancio relative all’anno 2020,  anche  in
conto residui, sono destinate, nei limiti della dotazione  del  fondo
di cui al primo periodo e fino ad  esaurimento  delle  risorse,  alla
concessione in favore dei residenti  maggiorenni  nei  capoluoghi  di
Regione, nelle Città  metropolitane,  nei  capoluoghi  di  Provincia
ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, di  un
“buono mobilita’”, pari al 60 per  cento  della  spesa  sostenuta  e,
comunque, in misura non superiore a euro 500, a partire dal 4  maggio
2020 e fino al 31 dicembre 2020, per l’acquisto di biciclette,  anche
a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilita’ personale a
propulsione prevalentemente elettrica, o per l’utilizzo dei servizi di mobilita’ condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Il “buono mobilità” può essere richiesto per una sola volta ed esclusivamente per una delle destinazioni d’uso previste.

Se sei interessato ad altri incentivi in atto dai un occhiata al nostro articolo riguardo l’ecobonus 2020